La storia di Barcellona
La storia di Barcellona

Sebbene non ci siano tracce certe volte a provare l’esistenza di una Barcellona punica, secondo la tradizione catalana, a fondare l’antica Barcino fu Amilcare Barca, padre di Annibale. La storia di Barcellona narra primi abitanti di questa cittadina sulla costa est della Spagna furono di origine ibera; più tardi arrivarono i Romani, che riorganizzarono la località dandogli la forma di un castrum (forte militare), che sorgeva sul Mons Taber, oggi sede della Generalitat de Catalunya e del municipio.

Il X secolo aprì i battenti ad un’epoca di grande prosperità per questa regione che, per mezzo di un intricato gioco di alleanze, si unì al Regno di Aragona divenendone il centro più rappresentativo. La rivalità commerciale con Genova si acuì a causa del ruolo predominante assunto dai mercati barcellonesi su tutto il mediterraneo. Da un punto di vista architettonico, dal XII al XV secolo, a Barcellona furono costruite decine di edifici in stile gotico, alcuni dei quali sono conservati ancora oggi.

Il XIX secolo fu una tappa cruciale per lo sviluppo e per l’urbanistica della città, che ospitò due Esposizioni Universali (nel 1888 e nel 1929). Furono abbattute le cinta murarie medievali ed avviato il progetto di estensione del territorio, la cosiddetta Eixample, che previde l’inclusione di molti paesini di periferia, quali Sarrià, Gracia, Horta ecc…

Il periodo più triste per la città di Barcellona coincide sicuramente con la dominazione franchista, in seguito alla quale furono abolite le autonomie politiche e l’uso del catalano. Durante la guerra civile Barna subì quasi 400 bombardamenti, in seguito ai quali persero la vita 2750 persone. Con il ritorno (Restauración) della democrazia, alla fine degli anni settanta, l’identità politica e culturale della Catalogna poté cementarsi intorno al suo splendente capoluogo.

Tuttavia, fu soltanto nel 1992, con l’organizzazione dei Giochi Olimpici, che Barcellona divenne una città aperta e conosciuta in tutto il mondo: con l’arrivo della torcia olimpica, la seconda città della Spagna è diventata una delle mete più ambite al mondo.