Il foglio di Empadronamiento a Barcellona

La forza di volontà, lo spirito di adattamento e la voglia di confrontarsi con un città giovane e dinamica, rappresentano sicuramente la base di partenza ideale se avete scelto di trasferirvi a Barcellona per lavorare.

Tuttavia, per stabilirsi nel capoluogo catalano come del resto su tutto il territorio spagnolo, bisogna procurarsi alcuni documenti necessari, come il NIE, il foglio di Seguridad Social e l’Empadronamiento.

Il Padròn Municipal è il corrispettivo spagnolo della nostra anagrafe, ovvero il registro amministrativo in cui sono registrate tutte le persone che vivono entro i confini del municipio.

Ai sensi di legge, tutti coloro che vivono in territorio spagnolo devono empadronarse, ovvero registrarsi all’anagrafe. Se si pensa di restare in Spagna per un periodo superiore ai tre mesi, è consigliabile richiedere il documento appena arrivati.

Per ottenerlo, è necessario fornire un domicilio di riferimento, sia esso di proprietà, in affitto, o l’abitazione di chi vi sta ospitando.

Con questo documento si ha diritto all’assistenza sanitaria, agli aiuti sociali, al rimborso del 25% delle tasse dallo stipendio, per i primi 6 mesi di residenza.

Dal 2003, sia per i cittadini comunitari che extracomunitari, è obbligatorio rinnovarlo ogni 2 anni. Il foglio di Empadronamiento a Barcellona va richiesto all’Oficina de Ayuntamiento (ufficio comunale) più vicina alla zona di residenza.

Per ottenerlo bisogna compilare il modulo per la richiesta, presentare una fotocopia del documento d’identità o del passaporto (chi ha figli deve presentarli anche per loro), ed una fotocopia del contratto di locazione dell’appartamento in cui vivete o una dichiarazione firmata da chi vi ospita (è preferibile portare con sé anche un documento dell’ospitante).

A questo punto, riceverete il vostro Certificado de Empadronamiento firmato dal Segretario comunale: si tratta di un foglio A4 da conservare con estrema cura. Questo documento è il primo passo verso la regolarizzazione: senza non si può chiedere il permesso di soggiorno, né cercare un lavoro stabile.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *