Il NIE a Barcellona

Dando per scontato che chi decide di trasferirsi a Barcellona per vivere e lavorare è già dotato di molta voglia di misurarsi con una realtà giovane e dinamica e, soprattutto, di tanta forza di volontà, prima di cominciare la ricerca vera e propria di un lavoro, o di avviare la propria attività presso un impiego già disponibile, bisogna procurarsi i documenti necessari.

Il NIE (Numero Identificación Extranjero) , è il numero identificativo dei cittadini stranieri – quelli spagnoli hanno invece il NIF, documento di residenza – obbligatorio per coloro che pianificano di trascorrere più di tre mesi consecutivi in territorio spagnolo. Il possesso del NIE a Barcellona è indispensabile per compiere tantissime operazioni, quali aprire un conto in banca, firmare un contratto di lavoro, denunciare i propri redditi, chiedere un contratto telefonico, un prestito ecc…

Dal 1 aprile del 2007 la procedura per l’ottenimento del NIE è divenuta più semplice e veloce per i cittadini comunitari: a differenza del passato, adesso non è più necessario possedere prima la Tarjeta de Residencia, ma è sufficiente disporre di un documento d’identità o di un passaporto in corso di validità, ed aspettare poche ore prima di avere il proprio numero identificativo.

L’ufficio in cui vengono rilasciati i NIE si trova a Barcellona all’indirizzo Rambla de Guipúscoa, 74 , nella zona della Verneda: vi si può arrivare con la metropolitana (linea Viola, fermata Bac de Roda o Sant Martí).

Conviene alzarsi di buon mattino per raggiungere gli uffici (aprono alle 9.00) piuttosto presto, perché in genere c’è molta coda. Viene richiesto di compilare il modulo ex16, poi il 790, e il pagamento di una tassa ad importo variabile.

La consegna della ricevuta del pagamento è l’ultimo passaggio prima dell’ottenimento del NIE il documento che vi farà diventare ufficialmente italiani a Barcellona.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *