Le tasse a Barcellona

Nonostante la difficile congiuntura economica in cui versano l’Italia e tante altre nazioni d’Europa – Spagna inclusa – sono ancora numerosi coloro che decidono di cambiare vita e scelgono di andare a lavorare a Barcellona. In generale, vivere nel capoluogo catalano non si differenzia in maniera evidente da farlo in Italia, nel senso che con stipendi normali (tra i 1.200 e i 1.500 euro al mese) si può condurre una vita normale, così come con 900/1000 euro può vivere bene uno studente in un piccolo appartamento condiviso.

Ma quanto costa vivere a Barcellona? Ebbene, il costo della vita nel capoluogo catalano è leggermente più basso non solo rispetto all’Italia, ma anche rispetto alla media europea.

Ergo, trasferirsi a Barcellona può ancora rappresentare una svolta nella ricerca di una vita migliore.

Per quanto riguarda le tasse da pagare a Barcellona, facciamo un breve elenco delle spese che deve affrontare chi vive in appartamento.

A cominciare dal canone del telefono fisso (la compagnia spagnola che gestisce le telecomunicazioni è Telefonica), che ammonta a 20 euro mensili; l’erogazione dell’energia elettrica costa 8 centesimi per Kwh.

Per quanto riguarda i tributi da pagare allo stato, questi contribuiranno a fare dei vostri primi mesi da lavoratore a Barcellona, un periodo tutt’altro che semplice.

Il sistema fiscale spagnolo prevede la detrazione dell’ 11% o del 13% mensili dallo stipendio, ma in base ad un’altre legge tributaria, per i primi sei mesi di lavoro, la detrazione è fissa al 24%, e il rimborso dell’ammontare complessivo avverrà a sei mesi dalla presentazione della dichiarazione dei redditi, nell’anno seguente.

A tal proposito, vista l’importanza dei documenti, e soprattutto se è la prima volta che denunciate i redditi allo stato spagnolo, è meglio evitare di fare per conto proprio, telefonando al 901 121 224 (Agenzia Tributaria) e chiedendo una cita previa, un appuntamento con un impiegato che esaminerà i vostri redditi e compilerà la vostra dichiarazione.

Prima ancora, bisogna però telefonare al 901 33 55 33 e chiedere quali documenti portare all’appuntamento.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *